QUANDO CROLLA UN MONDO

di Federico Onofri IID

Undici settembre 2021, erano le sei del pomeriggio ed eravamo tutti nel salone di casa quando in TV inizia un documentario dal titolo “Quando crolla un mondo”. Mostrava esattamente quello che era successo venti anni prima cioè l’undici settembre 2001. La caduta delle Torri gemelle in America. Ne avevo sentito parlare ma in modo superficiale, così ho deciso di vedere quel documentario speciale! Quelle scene passavano in TV molto velocemente ed io cercavo di non perdermene nemmeno una, quelle immagini mi hanno impressionato, impaurito ma anche incuriosito perché volevo sapere. Vedere quelle persone che si gettavano giù dalle torri per non morire bruciate mi ha lasciato senza parole e dentro di me ho pensato dove avevano preso quel coraggio, ho pensato anche alla loro disperazione, nel sapere che non avrebbero più rivisto mogli, mariti, figli, genitori, fratelli e sorelle. Ogni tanto mi giravo per guardare i miei genitori e sul loro viso vedevo tanto dispiacere e tanta emozione. Forse perché al contrario di me e mia sorella loro l’undici settembre 2001 c’erano anzi, c’era anche mia sorella, aveva appena due mesi. Finito il documentario siamo rimasti tutti seduti in silenzio e dopo un po’, papà ha iniziato a raccontare quel giorno di vent’anni fa. Io ero lì in silenzio e ascoltavo incuriosito. Ha raccontato che lui e mia madre erano seduti in cucina e stavano organizzando la festa per il battesimo di mia sorella quando hanno assistito ad un’edizione straordinaria del Tg. Hanno visto in diretta il primo aereo che si schiantava verso la prima torre e subito dopo il secondo aereo che si infilava dentro la seconda torre, poi il forte boato e le torri sono crollate. Le persone cercavano di correre veloci per mettersi al riparo, chi urlava, chi piangeva e quando le torri sono venute giù papà ha detto che c’è stato un grande silenzio. Anche mamma e papà che erano dall’altra parte del mondo hanno avuto tanta paura. Ho chiesto chi era stato a fare questo e soprattutto perché? Mio padre mi ha detto che è stato un attentato terroristico e che da quel giorno il mondo è cambiato ma alla seconda domanda non ha saputo rispondermi. La sera quando sono andato a dormire il mio pensiero era sempre lì, al racconto di mio padre e a quelle immagini del documentario. Quando chiudevo gli occhi vedevo l’arancione del fuoco e le anime di quelle persone che venivano giù dalle finestre! Quando penso all’undici settembre mi faccio sempre la stessa domanda:”Perché?” Pensandoci bene il perché per me non c’è e intanto oggi guardo cosa accade in Afganistan.

Il mondo colpito al cuore.

Undici settembre 2001

il mondo colpito al cuore

e chi se lo aspettava!

Un cielo limpido e blu

poi d’un tratto tutto scuro

fumo, paura, grida e polvere

torri in fiamme

uomini

donne

cadono scappano

fuggono dalla disperazione e morte

vite spezzate,

famiglie in frantumi

il mondo

è per sempre cambiato!